Istituto Comprensivo "Cornelio de Simoni" di Gavi: Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 26 - 15066 Gavi
Tel. 0143 642781 - Fax 0143 645521 • Email dell’Istituto: alic80600d@istruzione.it

AZIONI POSTE IN ESSERE DAL NOSTRO ISTITUTO

 

 La sospensione delle lezioni obbliga le famiglie a un ulteriore periodo nel quale trovare soluzioni per organizzarsi a casa mentre noi insegnanti siamo in fermento, preoccupati e certamente in pensiero per l’incertezza di questa nuova e inattesa quotidianità didattica, spesa davanti al computer, e non con i nostri alunni.

Le norme che ci hanno indicato con i nuovi decreti necessariamente regolano e condizionano la nostra vita, le relazioni e la possibilità di agire in questo tempo. Prendiamo tutti coraggio e pensiamo che in questa situazione è possibile sentirci vicini anche se non ci incontriamo e condividere la stessa speranza che sia possibile superare questa fase e ritrovarci nuovamente a scuola, forse con una nuova e differente visione, più integrata e partecipe.

 

Si sta a casa per responsabilità verso noi e gli altri. Per dare un contributo individuale a vantaggio di un bene prezioso, la nostra salute. Si parla spesso del valore dell’educare le nuove generazioni alla cittadinanza, ecco questa è un’opportunità per farlo insieme, per orientare i bambini e i ragazzi a comprendere cosa significa vivere in una comunità.

 

Con le scuole chiuse vogliamo comunque darvi prova concreta della nostra vicinanza. Ecco come stiamo agendo.

 

 

DISPOSIZIONI COMUNI

 

I canali attivati e le modalità di comunicazione che i docenti hanno adottato per produrre le diverse forme di didattica a distanza sono cambiate con il procedere della sospensione didattica, ma sono sempre state puntuali e attentamente valutate dall’Istituto. Si è cercato di tutelare la privacy intellettuale, utilizzando canali (per es. YouTube), gestiti dalla scuola, che potessero garantire l’incorruttibilità dei prodotti e, al contempo, una fruizione possibile anche tramite Smartphone.

L’offerta alle classi è diversa perché i docenti realizzano la loro azione didattica a distanza scegliendo tra le diverse opzioni che l’Istituto ha autorizzato quelle che ritengono più efficaci e più vicine al loro agire.

Inizialmente, quando si pensava di riaprire in tempi brevi, avevamo deciso di lavorare solo ad un ripasso volto a consolidare le diverse competenze, ora le esigenze sono cambiate e da lunedì 16 marzo si andrà avanti con i programmi.

Non si ritiene necessario, ad oggi, valutare l’operato degli alunni, che saranno comunque chiamati a partecipare, studiando e realizzando i diversi compiti assegnati. I docenti stanno cercando di non dare materiali da stampare, ma in caso contrario e per chi non avesse modo di stampare è pregato di farlo presente al docente attraverso i canali di comunicazione del registro elettronico o gli altri canali attivati dall’Istituto.

 

 

SCUOLE DELL’INFANZIA

 

Siamo di fronte a un pericolo che incombe, ma che non vediamo. Non c’è un cataclisma naturale che abbia modificato il paesaggio che ci circonda. Eppure gli effetti sono pesanti, a partire da quelli organizzativi. Anche i più piccoli vivono questa situazione di straordinarietà che cambia la loro stessa routine quotidiana. Accortezze particolari per loro, che ben comprendono il valore di una vicinanza affettuosa che si allunga, il tempo di un gioco o di una lettura condivisa, che rasserena e dà speranza. È importante che manteniamo chiaro in noi che ci stiamo prendendo cura dei bambini, sempre. La cura sarà buona perché saremo loro autenticamente accanto, nonostante la distanza, nonostante le incertezze che viviamo.

Così è nato un canale Telegram, uno per ogni plesso, che sarà attivo da lunedì 14, un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting con la possibilità di scambiare messaggi di testo tra più partecipanti, vocali, videomessaggi, fotografie, video, sticker e file. Attraverso il canale è anche possibile la trasmissione in diretta di audio/video e testo verso i membri che si uniscono. I bambini così sentiranno la voce degli insegnanti, ascolteranno fiabe raccontate loro, avranno modo di mantenere quella routine affettiva che richiama tanto le attività svolte nella sezione. Poi continua il supporto tramite mail con la preparazione di un percorso per gli alunni cinquenni, che prevede esercizi didattici mirati, garantendo così la continuità educativa.

 

SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE

 

“Che fare per non perdere giorni di lezione e per assicurare la necessaria continuità didattica?” questa è stata la domanda più ricorrente in questi giorni.

Ecco che il digitale rappresenta una soluzione concreta, grazie a contenuti multimediali e servizi pensati proprio per insegnare a distanza e, attraverso la prosecuzione delle lezioni, per mantenere vivo il tessuto sociale e la formazione dei giovani. L’Istituto, da subito, ha attivato le potenzialità del registro elettronico che prima non facevano parte del pacchetto acquistato e i docenti hanno cominciato a lavorarvi. Su Classe viva, infatti, lavorando sugli spazi di Agenda, Didattica ed Aule virtuali, continuano ad inviare ai loro alunni e studenti materiali didattici, proprio per cercare di mantenere una quotidianità ai ritmi apprenditivi. Quindi nei materiali condivisi le classi ritrovano link delle videolezioni, messaggi vocali, materiali in PDF e immagini, file di testo. L’aula virtuale verrà utilizzata soprattutto dalla scuola secondaria per il Live forum e i messaggi al quale può essere allegato un documento e pertanto può essere utilizzato come canale di comunicazione e di restituzione anche da parte degli studenti. Le nuove lezioni acquisiscono una veste completamente nuova, mantenendo comunque un forte carattere formativo.

 

Un particolare riguardo verso gli alunni con disabilità, per i quali si sono attivate strategie compensative ulteriori, adatte per affrontare anche le modalità di e-learning.

 

E’ stata attivata una piattaforma di condivisione dei materiali prodotti dai docenti dei due ordini, per continuare l’efficace scambio e per ottimizzare le risorse, anche con alcuni Lesson Plan su temi specifici, da utilizzare in modo collaborativo, per una scuola che vuole rimanere “aperta” e guardare al futuro.

 

Al di la dei canali di comunicazione tra Istituto e utenza, che sono anche in questa emergenza attivi sono state istituite diverse vie di comunicazione per segnalare criticità o avere un confronto.

 

indirizzi mail dei plessi,

infanzia.bosio@icgavi.com

infanzia.capriata@icgavi.com

infanzia.voltaggio@icgavi.com

primaria.bosio@icgavi.com

primaria.carrosio@icgavi.com

primaria.capriata@icgavi.com

primaria.francavilla@icgavi.com

primaria.gavi@icgavi.com

primaria.sancristoforo@icgavi.com

primaria.tassarolo@icgavi.com

primaria.voltaggio@icgavi.com

primaria.capriata@icgavi.com

secondaria.gavi@icgavi.com

 

indirizzi mail dell’Istituto

alic80600d@istruzione.it,

alic80600d@pec.istruzione.it

centralino della sede centrale 0143642781 attivo dalle ore 8,00 alle ore 14,00.

 

La segreteria - aperta dalle ore 8,00 alle ore 14,00 - riceve solo per questioni non differibili o risolvibili tramite mail o telefono.

 

è stato istituito un indirizzo dedicato a questa emergenza

dirigente.icgavi@gmail.com

 

 

Gavi 13/03/2020

Pubblicata il 13 marzo 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.